Archivi del giorno: 30 novembre 2010

TOP TEN [Alta fedeltà!]


Dopo la sbronza del Turin Share-Alike Festival, torna Alta fedeltà!. Questa sera Dj Autunno che, viste le condizioni climatiche, potrebbe cambiare nome, accompagnerà voi, ascoltatori della notte, sulle onde musicali della propria top ten, rigorosamente in Creative Commons. Un momento di sintesi e di profonde riflessioni (musicali) dopo le prime sette puntate del programma. Navigherete, naufragherete e sarete sbattuti dalle onde musicali di Alta fedeltà!.

> ASCOLTA LA PUNTATA Continua a leggere


China mia [Noi del sud]


Nella nuova puntata di “noi del sud” Federica e Giuseppe ospiteranno una calabrisella..Mary Calabrese che, insieme a Giuseppe, costringeranno la povera Federica a subire i detti, ricette della terra di Calabria!..come sempre buona musica e intervista (anche oltre oceano!!)

> ASCOLTA LA PUNTATA


Ma cos’è questa crisi? [Calciopoli]


L’Italia è in subbuglio. Studenti sui tetti che protestano, uno strano clima di rivoluzione silenziosa che sembra non arrivare mai. Si parla, e si riparla, si parla di tutto, ma poi, alla fine delle cose, che cosa si fa? A volte non si sa bene se parlare a casaccio di calcio sia una buona idea, ma questo non è calcio, questa è radio, intrattenimento, è uno spazio dove parlare. E i polli parlano, parleranno di tutto, di tutto quanto, e il calcio diviene allora una parte del tutto, anche un pò per non pensare. Ma cos’è questa crisi? Non lo so, ma mentre a Torino si occupa il Politecnico e Palazzo Nuovo, e ci si da al cinema d’autore, i polli si incontrano, e parleranno, forse di calcio. Dalle 19.30, come sempre con Jack Sparrow, il Baglivo, il Riccio e Ivan Zazzaroni DJ.

> ASCOLTA LA PUNTATA


Notte Bianca Politecnico di Torino @ Border Radio [Sistema Precario]


Dal tetto di Palazzo Nuovo all’aula magna del Politecnico. Si sposta la protesta dei ricercatori torinesi contro il ddl Gelmini e sceglie una via più “godereccia” per tenere alta l’attenzione sulla mobilitazione in attesa della discussione finale… Dal tetto di Palazzo Nuovo all’aula magna del Politecnico. Si sposta la protesta dei ricercatori torinesi contro il ddl Gelmini e sceglie una via più “godereccia” per tenere alta l’attenzione sulla mobilitazione in attesa della discussione finale della legge alla Camera in programma per martedì. Si intitola “Perché non sia l’ultima notte dell’università pubblica”, la notte bianca in versione teatral-musicale che si sta organizzando per questa sera nell’aula magna del Politecnico. “La protesta contro l’approvazione del ddl Gelmini si concentrerà questa sera al Politecnico Occupato – spiega Bruno Maida, ricercatore dell’Università -, in una lunga serata aperta a tutta la cittadinanza dove gli studenti, i ricercatori precari e strutturati, e i docenti hanno invitato rappresentanti della cultura torinese e tutti coloro che hanno a cuore il destino dell’università pubblica”. La sera prevede diversi contributi musicali, teatrali e riflessioni culturali, per ribadire con forza la richiesta di ritiro del ddl. Saranno invitati noti personaggi del mondo culturale torinese da Luciana Littizzetto a Gustavo Zagrebelsky.

> VEDI LA TRASMISSIONE


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: