I diari della MotoApe [pulp-à-porter]


Più istituzionale di Simon Bolivàr, più eroica di Ernesto “Che” Guevara, più sotterranea del subcomandante  Marcos, più paesana di “Giuseppe Garibaldi”,  la rivoluzione dell’ignoranza portata per le strade del centro e sud America da San Giuliano da Copertino, un movimento sussultorio-andulatorio di anca-gomito ginocchio per liberare il popolo degli emigranti dall’ultimo baluardo di cultura indigena. Un viaggio di deformazione e banalizzazione dell’individuo, con calzini sulle braccia. Con il subColonnello No impegnato a sbrogliare crisi internazionali, dalla Baia dei Porci fino alle Falkland. Peones, Descamisados, Desaparecidos e Clandestini Bossi Fini, stasera alle 22, Venceremos Adelante, o follamos todos o la puta al rio.

testo disponibile su olafspencer.wordpress.com

Annunci

2 responses to “I diari della MotoApe [pulp-à-porter]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: