Archivi del giorno: 8 dicembre 2011

La cospirazione A.B.B.A.: Agnosticismo Bancario Barbaramente Allucinogeno [KFM]


Non vi nascondiamo, cari internauti, che nel preparare questa puntata un certo terrore si è impossessato di noi. Voleva essere il solito esercizio di distruzione dei miti, passando da un caposaldo musicale in termini di dischi venduti come gli ABBA e sfociando innaturalmente in una facile invettiva contro le banche,  a mò delle maggiori teste pensanti del nostro tempo, come Giuliano Savonarola Ferrara  e Mimmo l’Untore Scilipoti, non trascurando gli intellettuali ermetici leghisti, quelli che ruttando compendiano l’infinito. Invece nel frattempo qualcosa è cambiato: la commissione Trilaterale martire Scilipoti, Marra l’Ombroso e culo Tommasi ha dichiarato guerra ai complottisti pluto-giudaico-massoni del Bilderberg e del cassiere Monti, abbarbicati al bancomat  di fronte al teatro Quirino (Pomicino) in Roma. Tutto è precipitato in un vortice di allucinazioni complottiste dall’MKULTRA ai rettiliani, dal negazionismo antisemita fino al partito Popolo,Culo, Territorio.  Voi che pensavate ad un post-Berlusconi roseo, benvenuti nell’Incubo. Le terga di Agnetha Faltskog e Anni-Frid Lyngstad che hanno conquistato il mondo sono solo il principio della tana del BianConiglio.

copertina disponibile su http://olafspencer.wordpress.com

Annunci

I have the blue devils [Bootleg]


Notte di diavoli blue a Bootleg. Puntata dedicata al meglio dei live blues in copyleft, con lo spirito dei maestri a vegliare sulle nostre anime tormentate. Dodici battute, accordi minori e tanta malinconia per esorcizzare l’aria di inutile festa che si respira in giro. Per una sera mettete da parte cene pre-natalizie e l’ossessione per cornamuse e zampogne, e fate spazio a chitarre e voci blues. Dalle 22, Bootleg’s back on Border Radio. Stay tuned!


Una risata vi seppellirà: l’arte di far ridere e mangiare a teatro (e nel frattempo si commenta tutti insieme): [TEATRI D’ITALIA]


 La stangata tanto attesa è, purtroppo, arrivata e allora noi di Teatri d’Italia, stasera, vogliamo sterzare dai discorsi millenaristici che ormai ci avviluppano sul web, in televisione, nei bar e nel locali pubblici, uscire dalle gramaglie e… andare controcorrente. La puntata di stasera è infatti dedicata a quel teatro indipendente che pone al centro della sua ricerca la convivialità, la risata, il piacere e il gusto nel ridere e nello stare insieme. Si può infatti adempiere alla mission dell’arte contemporanea, molto sbilanciata sul versante della ricerca della verità e della denuncia, anche in modo inusitato e divertente. A parlarne con noi stasera ci saranno Philip Radice, fondatore dell’Atelier Teatro Fisico di Torino, allievo di uno dei più grandi maestri del teatro contemporaneo Jacques Lecoq, performer, regista, clown, un’artista che ha fatto del comico e del teatro di strada una vera e propria cifra stilistica e Davide Barbato dell’Associazione Cuochi Volanti che insieme a Chiara Cardea, ha dato vita a Play with food, bando di idee rivolte a quei progetti performativi e artistici capaci di far riflettere, divertendo, sul tema del cibo. A condire il tutto ci saranno le salaci considerazioni di Antonella Valoroso che dirà la sua sui troppi facili modi scelti, per far ridere, da parte di un noto attore italiano, al suo debutto come regista.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: