Canta Napoli (ma non solo)! Quando il teatro incontra la musica. Incontro con il LabPerm di Domenico Castaldo e con Patrizio Trampetti, storico componente della Nuova compagnia di Canto Popolare [TEATRI D’ITALIA]


Il binomio teatro e musica è antico quanto il teatro stesso e attraversa tutta la lunga storia del teatro, assumendo diverse connotazioni: dai primi commenti flautistici delle pantomime del teatro greco all’esplosione del melodramma e dell’opera lirica, passando per melologhi e opere buffe, fino ad arrivare ai musical degli anni ‘40, alle opere rock degli anni ’60, al teatro canzone dei nostri giorni. A Napoli, città attraversata dalla musica e dall’arte recitativa come pratica sociale (basta passare per un vicolo per rendersi conto della forte tipizzazione e della prosodia di certe conversazioni che sembrano seguire canoni ben precisi, quasi da commedia dell’arte) questo binomio da sempre rappresenta la ricchezza (più o meno) sommersa della città e sicuramente una delle cifre più emblematiche per coglierne l’anima. Stasera a Teatri d’Italia ne parliamo con il LabPerm di Domenico Castaldo e con Patrizio Trampetti, ex membro della Nuova Compagnia di Canto Popolare. Due ospiti di eccezione, un ensemble e un solista (ma che di ensemble se ne intende molto, vista la sua passata esperienza) che hanno legato il loro percorso artistico indissolubilmente al canto e alla musica, in modo affatto diversi. Il primo, il LabPERM, appena reduce da un’esaltante esperienza in Cile, come formatore di un gruppo di giovani attori per il tramite del progetto Communitas e interprete di un divertentissimo spettacolo Figurelle, tutto giocato sulle canzoni; il secondo, Trampetti, impareggiabile interprete, insieme a Beppe Barra, di spettacoli come La cantata dei pastori e Musica per ciechi del grande Raffaele Viviani, splendida figliastra in quell’ineguagliabile esperienza che è stata la Gatta Cenerentola del maestro Roberto de Simone nonché autore di alcune delle più belle canzoni di Bennato junior, il rinnegato, fino alle ultimissime esperienze di teatro canzone con Jennà Romano dei Letti Sfatti (anche lui in collegamento con noi stasera), pietre miliari di un percorso ancora tutto teso alla ricerca e alla sperimentazione…Perché certe passioni sono per la vita, anche se ci fanno soffrire, e certi connubi- come quello tra musica e teatro- sono destinati a perdurare, sorgenti che si inabissano e che, periodicamente, riemergono a ricordarci il legame indissolubile tra lirica e dramma, tra Apollo e Dioniso.

il sito on line del LabPERM di Domenico Castaldo

per saperne di più su Patrizio Trampetti

il sito di letti sfatti di jennà Romano

Annunci

One response to “Canta Napoli (ma non solo)! Quando il teatro incontra la musica. Incontro con il LabPerm di Domenico Castaldo e con Patrizio Trampetti, storico componente della Nuova compagnia di Canto Popolare [TEATRI D’ITALIA]

  • Sugel

    Sicuramente può essere definito teatro uno spettacolo coreografico , il varietà , gli spettacoli musicali e i numeri da prestigiatore , le esibizioni dei giocolieri nel circo , così come i pagliacci . Di norma, però la storia del teatro restringe il campo della sua indagine alla forma «principe» di evento teatrale: il teatro drammatico. Vale a dire la rappresentazione, la finzione drammatica , in cui gli attori interpretano personaggi, storie, ambienti diversi dai propri, intendendo con questo dare vita ad una forma d’arte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: