Archivi categoria: L’altra Torino

TESORO SIAMO IN CRISI (L’Altra Torino)


 

 

L’altra Torino si getta nelle braccia della crisi.

E seguirà in diretta la conclusione della due giorni organizzata dall’Assemblea di Economia. Una due giorni di eventi e dibattiti per dare un senso alla crisi che sta attraversando l’occidente e capire il futuro economico che ci attende.

Seguiremo le voci degli studenti, i mormorii, il brusio solleavato dagli interventi. Misureremo la febbre al pensiero economico-politico sviluppatosi nell’università.

E cercheremo di capire come ancora una volta la società civile viva gli spazi dell’azione e del dibattito pubblici. Nell’Italia ai tempi del Governo Tecnico.

Annunci

[L’ALTRA TORINO] 15 ottobre, Roma


L’Altra Torino affronta la politica torinese a partire da un evento che ha scosso – nel bene e nel male – l’attenzione della nazione.

La manifestazione del 15 ottobre a Roma sarà lo spunto per comprendere alcune delle posizioni del movimento torinese.

Oltre le facili divisioni fra buoni e cattivi, fra violenti e pacifisti, l’Altra Torino cercherà di scavare nelle ragioni sociali e politiche oscurate dai densi fumi romani.

In studio dialogheremo con Davide Grasso (Askatasuna).
In collegamento telefonico avremo Alessandro Ferretti (Rete 29 aprile).


COMUNITA’ MUSULMANA [L’Altra Torino]


Le strade di Torino si intersecano a Porta Palazzo e a San Slavario, in Corso Giulio Cesare e al Balon. Sono alcune delle zone più importanti per la vita della comunità musulmana torinese. Questa settimana sarà la realtà islamica della nostra città a intrattenerci e a scoprirci le forme di vita che assume nel territorio urbano. Ospiti con noi una rappresentante dei Giovani Musulmani e Abdul Aziz Khouanati imam della Moschea della Pace e presidente dell’Unione Musulmani in Italia. Un’ora di confronto con una attenzione particolare alla polemica attuale inerente allo spostamento del centro islamico in Via Urbino.

> ASCOLTA LA PUNTATA


LEGA NORD [L’altra Torino]


È il momento di scavare nella realtà giovanile del partito più anziano d’Italia: la Lega Nord. Un’indagine sul movimento dei Giovani Padani a Torino: la loro esistenza, le loro strategie, il loro ideale di città futura. Un’esperienza politica controversa chiamata a fare i conti con uno snodo decisivo del presente torinese: l’elezione del nuovo sindaco, il movimento universitario.

> ASCOLTA LA PUNTATA Continua a leggere


ASSEMBLEA DI ATENEO [L’Altra Torino]


Martedì 22 novembre la mobilitazione torinese rilancia la movimentazione politica in vista del passaggio in Parlamento del DDL Gelmini. A partire dalle 14 si è tenuta a Palazzo Nuovo un’Assemblea di Ateneo decisiva per le sorti della protesta nell’Università di Torino: Palazzo Nuovo è stato occupato e L’Altra Torino ha annunicato in diretta l’evento. Ora presentiamo la replica dei momenti salienti, con le interviste raccolte dopo l’assemblea. Invitiamo tutti gli studenti, i lavoratori, i cittadini a connettersi e ad ascoltarci.

> ASCOLTA LA PUNTATA


NO TAV [L’Altra Torino]


Questa settimana il nostro sguardo si volge alle montagne, ai tunnel e alle velocità elevate. Ospiti de L’Altra Torino saranno gli attivisti No Tav: ci racconteranno la loro storia, analizzeremo con loro strategie politiche che da anni praticano fra Val di Susa e Torino. Ci aspetta una puntata di ampio respiro: non abbandoneremo le strade di Torino (dove il movimento No Tav è pulsante), ma allo stesso tempo ci proietteremo verso i presidi e la resistenza degli abitanti in valle. Seguiremo un movimento obliquo: fra la dura presenza sul territorio e le ripercussioni politiche di risonanza regionale, dove la Val di Susa è stata determinante per il destino del nuovo presidente della Regione Piemonte.

> ASCOLTA LA PUNTATA


ASKATASUNA [L’Altra Torino]


L’Altra Torino si confronta con la storia del radicamento politico urbano. Questa settimana è il turno del CSOA Askatasuna, il centro sociale più caldo di Torino. Una pratica politica conflittuale tesa fra l’appropriazione degli spazi sul suolo urbano e la resistenza a oltranza in Val di Susa. Se finora la nostra voce si è aggirata fra realtà istituzionali, questa settimana ci addentreremo con chi da sempre propone una “rottura”: con la politica tradizionale, con la rappresentanza, con i sistemi di potere che governano il nostro paese. Un viaggio per interrogarci quanto il contropotere sia sostenibile, e quali prospettive future abbia.

> ASCOLTA LA PUNTATA


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: